In caso di Ricovero in Strutture sanitarie pubbliche o private, o nel caso di Visite SpecialisticheAccertamenti diagnostici o Prestazioni odontoiatriche, l’Assistito potrà scegliere se avvalersi o meno delle Strutture Convenzionate con Previmedical S.p.a.:

  • nel primo caso le prestazioni verranno erogate in regime di Assistenza Diretta: sarà la Compagnia a pagare direttamente le Strutture e l’Assistito non dovrà anticipare alcuna somma, fatta eccezione per eventuali franchigie e/o scoperti che rimarranno a suo carico.
    Sarà necessario contattare preventivamente la Centrale operativa, per ottenere l’autorizzazione, ai seguenti numeri telefonici dedicati
    :

Nei casi di urgenza sarà necessario compilare il modulo fornito dalla Centrale Operativa ed inviarlo alla stessa a mezzo fax allegandolo alla prescrizione medica attestante la patologia per la quale è richiesta la prestazione.

Per richieste diverse dall’attivazione del convenzionamento diretto o per qualsiasi altra informazione si prega di inviare una mail agli indirizzi previdironline@previdir.it o gestionesinistri@previdir.it .

  • nel secondo caso le prestazioni verranno erogate in regime di Assistenza in forma rimborsuale (Indiretta): l’Assistito riceverà il rimborso delle spese sostenute, nei limiti stabiliti dall’Opzione sanitaria prescelta. Una volta ricevuta la prestazione, l’Assistito dovrà inoltrare la documentazione attraverso la procedura online, accedendo alla propria Area riservata Iscritti, all’interno della quale è possibile anche consultare lo stato di elaborazione della propria pratica di rimborso. In caso di impossibilità alla trasmissione per via telematica l’Assistito potrà compilare il Modulo di richiesta di Rimborso e spedirlo a Previdir unitamente alla copia della documentazione medica.

Le richieste di rimborso dovranno essere corredate dei documenti giustificativi di spesa ed essere inoltrate a Previdir secondo una delle seguenti modalità:

  • per via telematica, attraverso l’utilizzazione della procedura di caricamento online delle richieste di rimborso, in questo caso i documenti di spesa dovranno essere “scannerizzati” a cura dell’iscritto e processati per via telematica;
  • in forma cartacea, in tal caso il documento di spesa deve essere allegato in fotocopia e non in originale.

La copia della documentazione di spesa deve essere completa di marca da bollo nei casi normativamente previsti e comunque la documentazione deve essere fiscalmente in regola con le disposizioni di legge tempo per tempo vigenti, a pena di inammissibilità della domanda di rimborso.

In caso contrario, la domanda di rimborso sarà rigettata; è ammessa la possibilità di poter ripresentare la domanda di rimborso esclusivamente se l’Assicurato ha provveduto a regolarizzare il documento di spesa, esibendo alla Società idoneo documento rilasciato dall’ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate. In alternativa, è ammessa la riproposizione della domanda di rimborso nel caso di annullamento e riemissione del documento di spesa, nei casi normativamente consentiti, purché munita di marca da bollo e fiscalmente in regola con le disposizioni di legge tempo per tempo vigenti; in tale ipotesi, la fattura deve comunque riportare la data in cui la prestazione è stata effettuata.

Il Fondo, dopo aver verificato la fondatezza delle richieste e la completezza della documentazione a supporto, provvede a caricarle all’interno del proprio sistema gestionale, realizzato secondo caratteristiche condivise con quelle delle Società di Assicurazioni responsabili della copertura del rischio.

Nella fase di “caricamento” delle richieste, il sistema di gestione è in grado di determinare l’esatto importo liquidabile, ottenuto dall’applicazione delle “regole” relative all’opzione coinvolta (ad es. scoperti, franchigie, livello di “consumo” dei massimali previsti per ciascuna prestazione, ecc…).

Effettuata questa procedura, che può essere assimilata ad una sorta di “preliquidazione“, il Fondo, con cadenza settimanale, trasmette per via telematica tutte le richieste sottoposte al processo di liquidazione descritto alle Società di Assicurazioni coinvolte nella copertura del rischio. Queste ultime, effettuati i controlli di rito, provvedono alla liquidazione degli importi dovuti attraverso l’emissione dei relativi ordini di bonifico a favore dell’iscritto.

L’iscritto ha la possibilità di monitorare lo “stato di avanzamento” delle proprie richieste e controllare l’esattezza degli adempimenti attraverso la propria “Area riservata“.

Nei casi in cui la “procedura standard”, per qualsiasi ragione (es. dubbia indennizzabilità, contrasto sull’esatta quantificazione, problemi di natura informatica, ecc…) non venga rispettata, gli operatori del Fondo sono incaricati di fornire agli iscritti tutta l’assistenza necessaria alla soluzione tecnica dei casi irrisolti.

  • Utilizzo delle Strutture Sanitarie Convenzionate

All’interno del sito, sia nella parte pubblica che in quella riservata, sono disponibili tutte le informazioni necessarie ed utili per un efficace e corretto utilizzo dei servizi in Convenzionamento Diretto.

Inoltre, per conoscere gli Istituti di cura, compresi gli Studi Dentistici, convenzionati con il network Previmedical S.p.a., cliccare su “Strutture Sanitarie Convenzionate”  e per attivare il servizio chiamare il numero verde 800.994.880. Ricordiamo agli Iscritti che è possibile proporre al proprio medico specialista e/o dentista di fiducia di accreditarsi al network di Previmedical inoltrando la richiesta a https://www.previmedical.it/accreditamento_centri.html 

Per approfondimenti puoi consultare la Guida alla prestazioni Sanitarie.

In caso di sinistro si richiede la seguente documentazione:

  • Denuncia dettagliata relativa alle modalità di accadimento dell’evento sottoscritta dall’infortunato;
  • Certificato di Pronto Soccorso e successiva documentazione medica continuativa;
  • Referti, esami diagnostici strumentali eventualmente eseguiti;
  • Prescrizioni/certificazioni che giustificano eventuali spese mediche sostenute indennizzabili ai sensi di polizza;
  • In caso di incidente stradale, si richiede patente di guida e se intervenute autorità competenti, copia del verbale integrale.
  • Certificato di guarigione
  • Dichiarazione dell’azienda attestante l’inquadramento dell’infortunato nella categoria assicurata alla data del sinistro e RAL ai sensi di Polizza.

In caso di sinistro si richiede la seguente documentazione:

  • Denuncia della malattia che, secondo parere medico, possa comportare un’invalidità permanente di vario grado;
  • Alla denuncia deve essere unita o far seguito:
    • certificato medico con dettagliate informazioni sulla natura, il decorso e le conseguenze della malattia.
    • copia delle cartelle cliniche e di ogni altro documento atto a contribuire alla valutazione della malattia e/o dei postumi invalidanti.

Trascorsi almeno 12 mesi dalla data di denuncia e non oltre 18 mesi, l’assicurato deve presentare un certificato medico con indicazione del grado di invalidità permanente direttamente ed esclusivamente residuato dalla malattia denunciata.

Vita – Caso Morte

In caso di decesso si richiede la seguente documentazione:

  • Denuncia di decesso;
  • Certificato di morte, rilasciato dal Comune di Residenza del Deceduto;
  • Modulo ISTAT “scheda di morte” attestante la causa del decesso (ASL) o in alternativa certificato medico attestante la causa del decesso (certificato medico curante o estratto cartella clinica relativa al decesso se questo è avvenuto presso una struttura ospedaliera);
  • Copia documento di identità o passaporto in corso di validità di ciascun Beneficiario;
  • Copia del codice fiscale di ciascun Beneficiario.

IN PRESENZA DI EREDI LEGITTIMI E NON VI SIA TESTAMENTO:

  • Atto notorio oppure dichiarazione sostitutiva di atto notorio

IN PRESENZA DI EREDI TESTAMENTARI:

  • Copia autentica o estratto autentico dell’atto di ultima volontà (in cui viene citata esplicitamente la polizza in oggetto); oppure
  • Dichiarazione sostitutiva atto notorio dalla quale risulti quali sono i Beneficiari

IN PRESENZA DI EVENTUALI BENEFICIARI MINORENNI O INCAPACI O SOTTOPOSTI AD AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO:

  • Copia autentica del Decreto del Giudice Tutelare che individui e autorizzi il legale rappresentante a riscuotere la somma dovuta esonerando la Società da ogni responsabilità in ordine al pagamento ed al reimpiego della stessa, e indichi il conto corrente relativo alla tutela su cui effettuare l’accredito.

FAQ

Vita – Invalidità Permanente Totale

In caso di sinistro si richiede la seguente documentazione:

  • Denuncia di sinistro;
  • Copia del documento di identità o del passaporto in corso di validità dell’Assicurato;
  • Copia del codice fiscale dell’Assicurato;
  • Copia del verbale di accertamento dello stato di Invalidità totale e Permanente emesso dall’INPS, INAIL o altro Ente competente;
  • Certificato dettagliato del medico curante dell’Assicurato, sulle cause e sul decorso della malattia o lesione che hanno causato l’Invalidità, unitamente a copia di cartelle cliniche relative a ricoveri;

E solo per i non Dirigenti:

  • Dichiarazione del datore di lavoro su carta intestata che dichiari la data di inizio e la data di fine del rapporto di lavoro.

FAQ

Verificatosi lo stato di non autosufficienza, l’Assicurato (o altra persona che lo rappresenti) deve richiedere per iscritto il riconoscimento del beneficio mediante compilazione dei seguenti documenti:

  • Modulo di denuncia o documento equivalente che contenga le stesse informazioni richieste nel modulo fornito, compilato dall’Assicurato o da altra persona che lo rappresenti;
  • Questionario medico compilato dal medico di base e/o dal medico avente in cura l’Assicurato per la patologia per cui si richiede il riconoscimento dello stato di non autosufficienza. Allegare referti clinici e strumentali a supporto della diagnosi.

Missioni temporanee – Travel 24h

In caso di sinistro è necessario, entro 3 gg dal verificarsi dell’evento, contattare la Centrale Operativa di Assistenza:

IMA ITALIA Assistance
Piazza Indro Montanelli, 20
20099 Sesto San Giovanni (MI)

ai seguenti numeri:

•        dall’estero0039.02.24128.778 / 0039.02.27095.997
•        numero verde dall’Italia: 800.189.094
•        fax0039.02.24128.619 / 0039.02.27095.447
Al momento della richiesta l’assicurato dovrà fornire i seguenti dati:
•        nome e cognome;
•        recapito personale, luogo da cui si chiama;
•        numero della polizza
L’Assicurato dovrà attenersi alle istruzioni ricevute dalla Centrale Operativa.
Tutte le spese saranno rimborsate solo se autorizzate, approvate e coordinate dalla Centrale Operativa di Assistenza.
Quando necessario, la Centrale Operativa, per conto della Società, si farà direttamente carico dei costi di ricovero per le cure e le azioni indicate dal medico che assiste il degente.

Missioni definitive: Expatriate care

Gestione online del sinistro tramite MyHennerApp:
  • Monitoraggio status sinistri e pagamenti
  • Richiesta autorizzazione della prestazione medica
  • Contatto immediato con Il Centro di Assistenza
  • Membership card
  • Localizzazione del medico/struttura ospedaliera, compresi anche i partner del Network