La terapia è la stessa che venne somministrata al presidente degli Usa, positivo al Covid, quando a ottobre venne ricoverato al Walter Reed Medical Center, anche conosciuto come “l’ospedale dei presidenti”. Il suo medico personale, Sean Conley, scelse per lui un trattamento basato su una dose di 8 grammi di un cocktail di anticorpi policlonali sintetici.

Quando a ottobre il presidente degli Usa venne ricoverato al Walter Reed Medical Center, anche conosciuto come “l’ospedale dei presidenti”, il suo medico personale, Sean Conley, gli somministrò una terapia sperimentale basata su una dose di 8 grammi di un cocktail di anticorpi policlonali sintetici sviluppati dalla Regeneron Pharmaceuticals. Si tratta di una terapia sperimentale che ancora non è stata approvata dalla Food and drug administration, cioè l’ente statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, la cura è stata però definita “promettente” da virologo Anthony Fauci. La terapia è progettata in modo che due anticorpi si leghino alla cosiddetta proteina spike del coronavirus, limitandone la capacità di replicazione: un anticorpo è creato in vitro dall’azienda, mentre il secondo viene isolato da persone risultate positive e poi guarite dal Sars-Cov2.

 

 

 

2021-01-25T21:00:08+00:00
Torna in cima