Alcune vibrazioni sonore, soprattutto musicali, possono guidare le cellule staminali nella rigenerazione dei tessuti. Senza bisogno di interventi chimici o trapianti cellulari.

E’ la ricerca portata avanti da Carlo Ventura, docente di Biologia molecolare dell’Alma Mater di Bologna.

“Siamo già in grado di orientare questa energia per riprogrammare le cellule staminali là dove sono – afferma Ventura – siamo convinti che questo sia l’inizio della medicina rigenerativa del futuro, personalizzabile e allo stesso tempo su vasta scala, ma che non richiede più il trapianto di cellule e tessuti”.

Alcune vibrazioni sonore, soprattutto musicali, possono guidare le cellule staminali nella rigenerazione dei tessuti. Senza bisogno di interventi chimici o trapianti cellulari. E’ la ricerca portata avanti da Carlo Ventura, docente di Biologia molecolare dell’Alma Mater di Bologna.

“L’idea di fondo- spiega Ventura – “è che tutto nelle cellule vibri e che questa vibrazione non sia casuale, ma segua un andamento particolare. Abbia come una firma“.

 

 

LEGGI TUTTE LE ALTRE NEWS

 

2020-12-15T20:21:14+00:00
Torna in cima